Caricamento...

ÖHLINS

Perché Öhlins

Valentino Rossi, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Eddie Lawson, Wayne Rainey, Carl Fogarty, Troy Bayliss, Max Biaggi, Casey Stoner, Eric Geboers, Nigel Mansell, Rickard Rydell, Alex Zanardi, Tommy Makinen, Juan Pablo Montoya, Sébastien Loeb, Tom Kristensen. Solo alcune delle molte leggende motorsport, tutti con una cosa in comune: la scelta delle sospensioni! Non a caso da oltre 30 anni Öhlins è il punto di riferimento del settore, impegnata nella progettazione e sviluppo di sospensioni per moto, auto e recentemente anche bici, con la competenza di uno staff tecnico che fornisce supporto e assistenza di assoluta qualità ai team di tutto il mondo, da quelli impegnati alla MotoGP a quelli della Superbike, rally, ecc., fino alle gare nazionali in oltre 50 Paesi.

I numerosi consensi ricevuti dalle migliori squadre e dai piloti di livello mondiale hanno creato i presupposti per la crescita della fama Öhlins che vanta una gamma di prodotti di assoluta qualità per tutti i tipi di moto, auto e bici, affiancata da un efficiente servizio post vendita così da offrire al semplice appassionato la stessa qualità di prodotto e il medesimo livello di assistenza fornito ai Team che partecipano alle competizioni nazionali o internazionali.

La tecnologia Öhlins Racing è talmente avanzata da aver aperto un nuovo capitolo anche per quanto riguarda le sospensioni elettroniche, un sistema rivoluzionario per chi vive il mondo delle corse da protagonista.

Generazione TTX

Da quando Kenth Öhlin decise di dedicarsi esclusivamente alla progettazione e allo sviluppo di prodotti d’eccellenza, le idee e i prodotti creati dall’azienda Svedese sono stati continuamente protagonisti delle massime competizioni a due e delle quattro ruote, dalla Formula 1 alla MotoGP, rivestendo la posizione di leader incontrastata del mondo delle sospensioni scelta dei migliori team e piloti di livello mondiale.

Un’esperienza ultra trentennale nelle mani di una squadra di 250 persone, che tutt’ora hanno l’obbiettivo e la missione di incollare all’asfalto e alla terra le due e le quattro ruote di auto, moto, mtb, ATV, per riuscire migliorare costantemente le performance nelle competizioni ma anche per rendere più piacevole e sicura la guida dei non professionisti. Ultima e geniale intuizione della Casa svedese è l’idea nata sui campi gara che sin dal primo test ha conquistato il consenso, l’approvazione e l’interesse degli esperti collaudatori. Si tratta di una totale rivoluzione rispetto allo schema tradizionale di funzionamento delle sospensioni, che riguarda il circuito idraulico ovvero il percorso che l’olio fa all’interno della forcella e dell’ammortizzatore. Ciò che per 50 anni è stata la logica con cui le aziende hanno realizzato le sospensioni delle moto di tutto il mondo, è stata completamente stravolta da Öhlins con una nuova interpretazione che in brevissimo tempo è stata la prima scelta dei campioni e l’oggetto del desiderio di ogni appassionato motociclista: la generazione TTX (Twin Tube Technology).

Per capire meglio quali sono state le motivazioni e quali sono i vantaggi del nuovo sistema TTX è necessario fare un passo indietro e ritornare ai motivi che hanno spinto Öhlins a intraprendere questa nuova filosofia. Il problema maggiore del tradizionale mono ammortizzatore è rappresentato dalle alte temperature di esercizio, le quali sono la causa principale di importanti variazioni di funzionamento del classico sistema idraulico di smorzamento. Non potendo intervenire cambiando la velocità di esercizio, al termine di un’accurata analisi Öhlins è intervenuta sulla principale causa che influisce sull’aumento di temperatura, causata dal coefficiente di attrito delle parti meccaniche a contatto, il corpo con la superficie della fascia del pistone dell’ammortizzatore, che arriva ad una pressione media di 10 bar con effetti negativi anche sul lubrificante in quanto l’alta velocità di esercizio porta l’olio a lavorare per lunghi periodi di tempo a temperature elevate causando l’usura dello stesso e quindi un mal funzionamento. Forte di queste motivazioni la Öhlins era convinta che per fare la differenza doveva trovare un sistema vincente in grado di portare un drastico miglioramento di tutti questi parametri, ed è nato così il famoso sistema TTX.

Andreani Group International

Strada della Romagna, 361
(Loc. Colombarone)
61121 Pesaro (PU)
Tel. (+39) 0721 209020 - 0721 20921
Fax (+39) 0721 209023
Email: info@andreanigroup.com

Dati societari

ANDREANI GROUP INTERNATIONAL
S.R.L. Unipersonale
P.IVA e C.F. IT 02234410419
R.E.A. n. 164943 (PU)
Capitale Sociale Euro 50.000
(Int. versato)

Privacy & Cookie Policy
  • Andreani Group rispetta il diritto dei propri utenti ad essere informati riguardo alla raccolta e alle altre operazioni di trattamento dei loro dati personali.
  •